IL VOLO DEL PELLICANO, recensione per MISTERO MAGAZINE, numero Luglio 2016, scritta da Paolo Mosca

A circa 10 anni dalla prima pubblicazione, torna in libreria Il volo del pellicano di Giovanni Francesco Carpeoro, Melchisedek Edizioni. Un thriller, un giallo, un viaggio attraverso i secoli e nell’arte di Giorgione, una storia di amore e iniziazione, ma soprattutto uno dei libri più espliciti sul mistero dei Rosa+Croce. Un libro variegato e dalle molte facce da cui ognuno trarrà ciò che può, fosse anche solo la piacevolezza di una lettura che sarebbe perfetta per una riduzione cinematografica. Chi erano i Rosa+Croce, chi sono, e soprattutto che linguaggio usano e che messaggio tramandano? La tradizione si è davvero interrotta, o continua il suo viaggio tra le ere attendendo solo di essere decifrata da chi ha gli occhi per vedere e le orecchie per intendere? Sui Rosa+Croce si scrive e si è scritto molto e molti sono i travestimenti e le mistificazioni: allo studioso, al cercatore d’oro, si chiede sempre uno sforzo interpretativo, sta solo a lui vagliare le carte per separare il grano dal loglio. È lui che deve farsi parte attiva imparando a distinguere il vero dal fittizio, diventando setaccio, in un’opera di sgrezzatura che faccia risorgere dalle ceneri della parola scritta, il senso vivo di ciò che viene scoperto, ricordato e reificato dalla nostra mente, percorrendo “la distanza che separa il conoscere dal comprendere.” Non v’è modo di insegnare senza disposizione all’ascolto, non v’è modo di apprendere senza farsi maestri. Tra le tante dritte che il protagonista raccoglie nel suo viaggio ne citiamo due adatte a chiunque voglia intraprendere un percorso di approfondimento nella vastità del pensiero rosacrociano. È un’iniziata morente a parlare e si rivolge a Giulio così: “La ringrazio, Giulio, ora ho una conferma in più che lei era la persona che aspettavo. Prima di andare via accetti due buoni consigli da chi ha compiuto il suo lavoro e si accinge a iniziarne uno diverso. Il primo è di ascoltare sempre il doppio di quanto parla: non è un caso se le orecchie sono due e la bocca è una sola. In secondo luogo, se proprio deve parlare, impari a dire senza dire. Buona fortuna.”

Il Volo del Pellicano Autore: Giovanni Francesco Carpeoro
Editore: Melchisedek Edizioni
Data pubblicazione: Maggio 2007
Formato: Libro – Pag 512 – 14 x 21 cm
Nuova Ristampa: Marzo 2016
Disponibile presso:

001
Advertisements